19 Novembre 2019

Servizi

PULCI E ZECCHE

Consegna a Domicilio
PULCI E ZECCHE
Le pulci possono infestare facilmente un cane: saltano sul suo manto e qui vivono e si riproducono succhiandone il sangue.
L´infestazione da pulci è la più comune parassitosi esterna dei cani (e dei gatti).
Di questi minuscoli insetti che si nutrono del sangue dei nostri amici a quattro zampe ne esistono tantissime specie: quella che colpisce maggiormente i cani è la pulce del gatto (Ctenocephalides felis), che è molto diffusa e, tra l´altro, non disdegna nemmeno il sangue di altri mammiferi, uomo compreso.
La pulce del cane (Ctenocephalides canis), seppur esistente, è meno comune.
DOVE SI TROVANO LE PULCI?
In casa è facile trovare pulci adulte, larve e uova nei seguenti posti:

Giacigli degli animali da compagnia;
Tappeti;
Divani;
Moquette o pavimenti al riparo dalla luce.
All´aperto in aree caldo-umide e ombreggiate:
Cucce dei cani;
Aiuole;
Cespugli;
Altri luoghi umidi;
Erba del giardino.
È meno probabile lo sviluppo delle pulci nelle zone del prato molto soleggiate.





COME SI RICONOSCONO LE PULCI?
Essendo molto piccole, non sempre è facile riconoscere le pulci nel cane. Talvolta, in seguito ad un controllo di routine, si possono vedere camminare sulla cute del pet, ma nella maggior parte dei casi sono altri i campanelli d´allarme da non trascurare:
Piccoli puntini neri e immobili sul cane o nella sua cuccia: sono le feci delle pulci.
Nel dubbio, si possono cercare con un pettine oppure strofinando il manto posto su un telo bianco: dovrebbero cadere con facilità;
Il cane si gratta spesso (soprattutto collo e vicino le orecchie);
Si morde o si lecca di frequente;
Perde pelo;
Si ricopre di rigonfiamenti rossi e crosticine;
Sviluppa un´infiammazione della cute (dermatite);
Ha le gengive pallide.

Questi aspetti, comunque, non sono comuni a tutti i cani: in genere sono visibili quando l´infestazione è ormai in fase avanzata.
COSA FARE SE IL CANE HA LE PULCI
Se il cane ha le pulci sicuramente occorre trattarlo, e bisogna fare altrettanto con l´ambiente in cui vive. L´operazione può richiedere molto impegno perché è necessario:
Uccidere le pulci adulte;
Sopprimere le larve;
Eliminare definitivamente le uova affinché non si sviluppi una nuova infestazione.
È dunque importante optare per un antiparassitario attivo nei confronti delle pulci adulte e dei loro stadi larvali, così come pulire a fondo la casa utilizzando un aspirapolvere e rimuovendo subito dopo il sacchetto.
La seconda cosa da fare se il cane ha le pulci è sicuramente quella di impedire una nuova infestazione agendo con una seria prevenzione. La cosa migliore è sicuramente evitare il pericolo punture, ovvero che il cane venga assalito e morso dalla pulce, agendo esternamente, per esempio, con gocce antiparassitarie.

LA PREVENZIONE DELLE PULCI NEL CANE
La prevenzione delle pulci nel cane si realizza con l´utilizzo di antiparassitari esterni dotati di efficacia elevata, rapida e prolungata.
Le regole principali da seguire sono:
Utilizzare prodotti che si adattino al meglio alle abitudini di vita del cane (spot on/gocce, collari, ecc.). Un´adeguata protezione dipende dall´uso regolare di questi prodotti, rispettando le istruzioni riportate sull´etichetta;
Evitare lavaggi frequenti e non specifici per cani e gatti che potrebbero alterare il pH cutaneo e ridurre lo strato di sebo protettivo;
Trattare contemporaneamente tutti gli animali che condividono lo stesso ambiente;
Utilizzare prodotti attivi sia verso le pulci sia le larve;
In caso di forti infestazioni, trattare adeguatamente l´ambiente circostante con disinfestanti specifici; basti pensare che solo il 5% delle pulci è presente sull´ospite mentre il restante 95% (uova, larve e pupe) si trova nell´ambiente;
Programmare i trattamenti per tutta la stagione a rischio, anche se le pulci non sono visibili;
In caso di gravi infestazioni, continuare i trattamenti durante tutto l´arco dell´anno;
Preferire prodotti ad ampio spettro, che abbiano effetto repellente anche su altri parassiti e insetti per limitare le punture e ridurre i rischi di malattie trasmesse da vettore. Attenzione, non tutti gli antiparassitari in commercio hanno effetto repellente. Verificare attentamente le indicazioni sul foglio illustrativo.






Le zecche sono parassiti che si nutrono di sangue . Le loro dimensioni variano, a seconda dello stadio di sviluppo (larva-ninfa-adulto), da 1 a 3-6 mm, ma possono raggiungere anche il centimetro, dopo il pasto, quando sono ripiene del sangue dell´ospite. Le zecche hanno grande capacità di attaccare diversi ospiti: animali domestici e selvatici ed anche l´uomo, e succhiano sangue a tutti gli stadi di crescita, da quello di larva a quello di adulto.
Grazie a un apparato boccale adatto a succhiare sangue, la zecca trafigge la pelle del cane e vi si fissa saldamente. Durante il morso la sostanza anestetizzante secreta con la saliva consente al parassita di rimanere attaccato a lungo così da trasmettere all´animale diversi microrganismi patogeni.
Il fastidio causato dal morso è solo uno dei problemi associato alle zecche. Infatti, anche più grave è la loro estrema capacità di veicolare agenti patogeni di diversa natura (virus, batteri, protozoi) responsabili di pericolose malattie sia per il cane che per l´uomo. Inoltre una singola zecca può essere infettata da diversi agenti patogeni e trasmetterli simultaneamente. Le malattie trasmesse dalle zecche costituiscono un importante problema sanitario nei cani..
La zecca bruna del cane (Rhipicephalus sanguineus) è la zecca che si trova più frequentemente sui cani di tutto il mondo e infesta sia ambienti rurali che urbani (cucce, canili, pavimenti, pareti, ecc.). La sua ampia distribuzione è dovuta al fatto che il cane è il suo ospite primario, ma soprattutto alla sua grande capacità di adattamento e sopravvivenza a diverse condizioni climatiche ed ecologiche. La zecca del cane nidifica abbondantemente in condizioni favorevoli come gli ammassi di macerie edili le cataste di legname, soprattutto nelle zone ombreggiate. Per questo motivo è possibile riscontrare tutti gli stadi di vita di questa zecca dietro il battiscopa, sotto i coprisoglia di porte e finestre, nelle cavità delle tapparelle o all´interno dei mobili.


Gli adulti si riscontrano con la massima frequenza nelle orecchie e tra le dita dei cani. Possono sopravvivere per un anno e mezzo senza nutrirsi, ma devono assumere un pasto di sangue prima dell´accoppiamento. Dopo l´accoppiamento la femmina termina il pasto, quindi si stacca dall´ospite per deporre le uova.A ZECCA DEL CANE (Rhipicephalus sanguineus) È UN VETTORE DI:
Ehrlichia canis, un batterio Gram negativo che si localizza nelle globuli bianchi del sangue e che causa l´Ehrlichiosi canina, malattia che colpisce il cane e può essere trasmessa anche all´uomo. Si manifesta con febbre alta, sonnolenza, perdita dell´appetito, dimagrimento e altri sintomi a carico del sistema nervoso e dell´apparato scheletrico.
Rickettsia, R. conorii, batteri responsabili della Rickettsiosi: malattia che colpisce il cane e può essere trasmessa anche all´uomo. Si manifesta con febbre, sonnolenza e a volte dolore articolare.
Babesia canis, protozoo che si localizza nei globuli rossi e che causa la Piroplasmosi o Babesiosi: grave malattia che nel cane si manifesta con febbre, abbattimento, anemia e ingrossamento della milza.
Hepatozoon canis, protozoo responsabile dell´Hepatozoonosi canina.
L´Anaplasma platys, batterio responsabile della Trombocitopenia ciclica infettiva.
Evitare gli habitat delle zecche! Ogniqualvolta possibile, evitare di portare il cane a contatto con le aree che probabilmente sono infestate da zecche, in particolare in primavera ed in estate, quando le ninfe di zecca si nutrono. Le zecche prediligono ambienti umidi ed ombreggiati, in particolare aree ricoperte da fogliame e da vegetazione bassa, in habitat boschivi, cespugliosi o erbosi incolti. A parte il buon senso esistono delle linee guida che raccolgono le regole principali da seguire affinché il controllo delle zecche e delle malattie da esse trasmesse risulti efficace:
i cani dovrebbero essere trattati preventivamente contro le zecche almeno un mese prima dell´inizio della stagione a rischio (fine febbraio-inizio marzo) preferendo prodotti ben tollerati, a lunga persistenza e dotati di attività repellente contro le zecche oltre che acaricida. Il trattamento dovrebbe essere ripetuto, secondo le scadenze indicate sul prodotto, per tutto il periodo a rischio fino alla fine di ottobre-novembre e idealmente tutto l´anno;
in caso di più soggetti tenuti nello stesso ambiente, questi devono essere trattati contemporaneamente;
è importante utilizzare prodotti persistenti anche per i ricoveri/canili, non solo, è necessaria anche una particolare attenzione alla vegetazione circostante, che deve essere sempre curata e non lasciata incolta;
bisogna evitare la presenza di detriti e materiali abbandonati che possono favorire riparo alle zecche
dopo aver frequentato le aree a rischio è importante ispezionare se stessi e il proprio cane. Le zone del corpo preferite dalle zecche sono: inguine, ascelle, testa e torace;
appena si scopre una zecca infissa sul cane è buona norma staccarla prima possibile. Per evitare di lasciare infisso l´apparato buccale nella cute, si utilizza una pinzetta, si applica un movimento rotatorio senza premere sull´addome, e si stacca.

QUALI SONO I PRODOTTI CHE SI POSSONO UTILIZZARE PER PREVENZIONE?
In commercio si trovano prodotti ad uso topico, in formulazione di pipette SPOT-ON, che si mettono sul manto del vostro animale seguendo queste facili istruzioni:
-Applicare tra le scapole del vostro animale o in una zona in cui non riesca a leccarsi
-Evitare di toccare il sito di applicazione fino a quando non sia asciutto.
-Evitare immersioni in acqua o bagni nei 2 giorni successivi l´applicazione del prodotto.
-Applicare ad ognuno dei vostri animali la dose corrispondente al peso.
-Assicurarsi che il prodotto sia applicato direttamente sulla pelle e non sul pelo.
Questi prodotti sono a base di principi attivi come FIBRONIL, che agisce su pulci, zecche e pidocchi, IMIDACLOPRID , attivo nei confronti delle pulci adulte e degli stadi larvali delle pulci; L´(S)-METHOPRENE è IGR attivo un regolatore di crescita degli insetti (IGR) che provoca il blocco dello sviluppo dello stadio larvale della pulce, con successiva morte del parassita e poi repellenti come la PERMETRINA

DIFENDETE I VOSTRI AMICI A QUATTRO ZAMPE !!!!!!

Consegna a Domicilio
GRATUITA !!

Educazione Sanitaria

[]
[]
invia ad un amico [stampa]] [facebook]
[]
invia ad un amico [stampa]] [facebook]
[]
invia ad un amico [stampa]] [facebook]

GIORNATE PROMO

Fidelity Card

Partners

[]
[]
[]
[]
[]

Sito realizzato da www.rifranet.com
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Privacy del sito www.farmaciaacquaviva.it
Di seguito Informativa sulla Privacy per il trattamento dei dati personali
Per l´ Informativa sull’utilizzo dei Cookies clicca qui
INFORMATIVA PRIVACY del sito www.farmaciaacquaviva.it
In questa pagina sono descritte le modalità di gestione del sito www.farmaciaacquaviva.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs. n. 196/2003 (“Codice Privacy”) nonché ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 (noto come GDPR, General Data Protection Regulation) relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (di seguito, per brevità “Regolamento” o “GDPR”) a coloro che interagiscono con i servizi web del presente portale accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo www.farmaciaacquaviva.it corrispondente alla pagina iniziale del sito della Farmacia Acquaviva. L’informativa è resa solo per il sito www.farmaciaacquaviva.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.

Titolare del trattamento e responsabile della protezione dei dati
A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. (vedi il paragrafo "La tipologia dei Dati Trattati".)

Il titolare del trattamento dei dati è:
Farmacia Acquaviva, Via Ricasoli 1 – Livorno
Per eventuali richieste o domande relative all’informativa sull’uso dei cookie o all’informativa sulla privacy, contattate il nostro personale al seguente indirizzo
e-mail:info@farmaciaacquaviva.it

Il Responsabile della protezione dei dati (cd. “Data Protection Officer”, nel seguito “DPO”) è la Dott.ssa Emma Acquaviva domiciliata per la carica presso la sede legale della Farmacia Acquaviva
email: :emma@farmaciaacquaviva.it

È possibile rivolgersi al Titolare del trattamento per chiedere eventuali chiarimenti in materia di tutela dei dati personali, e per l’esercizio dei diritti previsti dal GDPR nel successivo paragrafo della presente informativa, utilizzando i seguenti recapiti:
Farmacia Acquaviva, Via Ricasoli, 1 - Livorno
email: emma@farmaciaacquaviva.it

Diritti dell’interessato
In ogni momento l’interessato potrà esercitare, ai sensi dell’art. 7 del Codice Privacy e degli articoli dal 15 al 22 del Regolamento, i seguenti diritti (ove applicabili):
a. chiedere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali;
b. ottenere le indicazioni circa le finalità del trattamento, le categorie dei dati personali, i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati e, quando possibile, il periodo di conservazione;
c. ottenere la rettifica e la cancellazione dei dati;
d. ottenere la limitazione del trattamento;
e. ottenere la portabilità dei dati, ossia riceverli da un titolare del trattamento, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, e trasmetterli ad un altro titolare del trattamento senza impedimenti;
f. opporsi al trattamento in qualsiasi momento ed anche nel caso di trattamento per finalità di marketing diretto;
g. opporsi ad un eventuale processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione;
h. chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;
i. revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;
j. proporre un reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, con sede a Roma, in Piazza di Monte Citorio n. 121, sito web ufficiale dell’Autorità www.garanteprivacy.it.
L’esercizio dei diritti non è soggetto ad alcun vincolo di forma ed è gratuito.

La raccolta dei dati
Il sito è stato concepito con la prevalente funzione di fornire informazioni sull’attività della Farmacia. In linea generale, quindi, il sito non raccoglie dati personali.

Il luogo di trattamento dei dati
I dati di navigazione personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.farmaciaacquaviva.it, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell´utente possono risiedere in Italia, Germania e Olanda, comunque in nazioni della comunità europea. I dati personali di navigazione dell´utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

La Farmacia Acquaviva garantisce che il trattamento dei dati acquisiti via posta elettronica o con altra modalità – è conforme a quanto previsto dalla normativa in materia di protezione dei dati personali. Si veda al riguardo www.garanteprivacy.it.

La tipologia dei Dati Trattati
Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono mantenuti per il periodo minimo richiesto dalla normativa vigente. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
L´invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell´indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli altri eventuali dati personali inseriti nella missiva.
Tali dati saranno conservati al di fuori di questo sito web e dei server che lo ospitano.

Le modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Sono osservate specifiche misure di sicurezza per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti e accessi non autorizzati.

Modifiche a questa Privacy Policy
Il titolare ha il diritto di modificare questo documento avvisando gli utenti su questa stessa pagina oppure, se previsto, tramite i contatti di cui è in possesso. L´utente è quindi invitato a consultare periodicamente questa pagina. Per conferma sull´effettiva modifica consultare la data di ultima modifica indicata in fondo alla pagina.
Il titolare si occuperà di raccogliere nuovamente il consenso degli utenti nel caso in cui le modifiche a questo documento riguardino trattamenti di dati per i quali è necessario il consenso.

Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o dati, o dati dell´utente)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc..
Particolarmente importanti sono:
• i dati che permettono l´identificazione diretta - come i dati anagrafici (ad esempio: nome e cognome), le immagini, ecc. - e i dati che permettono l´identificazione indiretta, come un numero di identificazione (ad esempio, il codice fiscale, l´indirizzo IP, il numero di targa);


Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Utente
Il soggetto che fa uso del sito web www.farmaciaacquaviva.it.
Coincide con l´interessato, salvo dove diversamente specificato.

Interessato
Interessato è la persona fisica al quale si riferiscono i dati personali. Quindi, se un trattamento riguarda, ad esempio, l´indirizzo, il codice fiscale, ecc. di Mario Rossi, questa persona è l´interessato (articolo 4, paragrafo 1, punto 1), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Responsabile del trattamento (o responsabile)
Responsabile è la persona fisica o giuridica al quale il titolare affida, anche all´esterno della sua struttura organizzativa, specifici e definiti compiti di gestione e controllo per suo conto del trattamento dei dati (articolo 4, paragrafo 1, punto 8), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue). Il Regolamento medesimo ha introdotto la possibilità che un responsabile possa, a sua volta e secondo determinate condizioni, designare un altro soggetto c.d. "sub-responsabile" (articolo 28, paragrafo 2).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento (o titolare)
Titolare è la persona fisica, l´autorità pubblica, l´impresa, l´ente pubblico o privato, l´associazione, ecc., che adotta le decisioni sugli scopi e sulle modalità del trattamento (articolo 4, paragrafo 1, punto 7), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

www.farmaciaacquaviva.it (o sito web)
Il sito web mediante il quale sono raccolti e trattati i dati personali degli utenti.

Servizio
Il servizio offerto dal sito web www.farmaciaacquaviva.it come indicato nei relativi termini.

Comunità Europea (o UE)
Ogni riferimento relativo alla comunità Europea si estende a tutti gli attuali stati membri dell´Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, salvo dove diversamente specificato.

Cookie
Dati conservati all´interno del dispositivo dell´utente.

Riferimenti legali
La presente informativa è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679. Questa informativa riguarda esclusivamente www.farmaciaacquaviva.it, dove non diversamente specificato.

Data ultima modifica: 01/06/2018





torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio